Immersione all’isolotto di Vetara

  • Zona A
  • Profondità: -40
  • Orientamento: facile
  • Fondale: grotte, scogli
  • Visibilità: buona

Una lussureggiante vita bentonica domina questo fondale, alimentata dalle ricche correnti del golfo di Salerno, mista ad una notevole varietà di pesci pelagici, tonni e ricciole, presenti talvolta anche in branchi.
Il lato dell’isolotto rivolto verso terra degrada dolcemente fin circa una quarantina di metri dove potrebbe essere ancora possibile il ritrovamento di cocci appartenenti ad un antico relitto imperiale. Ma la parte più affascinante è quella che dà verso Capri, seguendo quella che è chiamata la “scarpa di Vetara“, che termina con una piccola secca a soli sei metri di profondità e visibile anche dalla superficie data la limpidezza di quelle acque.
Una volta in immersione ci sembra quasi di essere in un mare tropicale, tant’è la varietà di specie e soprattutto la luminosità dei colori che vanno dal giallo intenso delle spugne al rosso deciso delle paramuricee e che accompagnano il dolce degrado della parete volta a Punta Campanella.

 

(testi a cura di Linda Testa)

Vuoi partecipare ad un'immersione guidata?

Contattaci!