Asterina gibbosa

Classificazione

Phylum Echinodermata

Subphylum Asterozoa

Classe Stelleroidea

Sottoclasse Asteroidea

Ordine Spinulosa

Sottordine

Famiglia

Genere Asterina

Specie Asterina gibbosa

Immersione allo Scoglio del Vervece

Phylum

Gli Echinodermi sono caratterizzati da simmetria raggiata, corpo costituito tipicamente da 5 ambulacri (radii) provvisti di pedicelli ambulacrali e che si alternano con 5 interambulacri (interradii) intorno ad un asse oro-aborale; la metameria è assente; la parete del corpo presenta epidermide su piastre (o placche) mesodermiche calcaree che formano un endoscheletro flessibile o rigido a forma di scatola, da cui sporgono spine o basse protuberanze, assenti negli oloturoidei. Sono comunemente provvisti di minute pedicellarie funzionanti da organi di presa dell’alimento; il celoma è grande, suddiviso in periviscerale (splancnocele), sistema acqquifero (o sistema acquifero vascolare o sistema ambulacrale o idrocele) e sistema periemale. I sessi sono tipicamente separati, ma simili e le larve presentano simmetria bilaterale, liberamente natanti prima della metamorfosi. Gli Echinodermi sono tutti marini e sono presenti nella storia geologica dal Cambriano all’Olocene. A oggi sono circa 5500 le specie viventi.

Subphylum

Gli Asterozoa sono tipicamente liberi, a simmetria raggiata, con braccia fortemente sviluppate.

Classe

Stelleroidei, echinodermi liberi a simmetria pentamera, con corpo costituito da un disco centrale e braccia a disposizione raggiata. Dal Cambriano all’Olocene, con 3600 specie viventi.

Sottoclasse

Asteroidea, stelle di mare. Il corpo è appiattito, di forma stellata o pentagonale, da 5 fino a 50 braccia tipicamente non uscenti nettamente dal disco ed endoscheletro flessibile di ossicoli separati. Le spine e le pedicellarie sono corte e i solchi ambulacrali aperti con 2 o 4 serie di pedicelli ambulacrali; piastra madreporica aborale e faccia orale rivolta verso il basso, stomaco grande. Sono in prevalenza predatori, presenti dal Cambriano all’Olocene con 1600 specie viventi e 300 fossili.

Ordine

Spinulosa, con piastre marginali piccole e pedicellarie semplici o assenti.

Genere

L’Asterina gibbosa ha un diametro tipico di 6 cm ed è diffusa nel Mediterraneo e nell’Atlantico sotto i sassi o fra le alghe ad una profondità compresa tra 0 e 130 metri.

 

(testi a cura di Piter Cardone)

Vuoi partecipare ad un'escursione o ad un'immersione guidata?