Altra operazione contro i datterari da parte della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia. Questa mattina all’alba gli uomini della Guardia Costiera agli ordini del Comandante Savino Ricco hanno intercettato e bloccato 8 uomini all’interno del Porto di Castellammare di Stabia. Sequestrati oltre 100kg di datteri, un gommone di 6 metri con motore fuoribordo da 250 cavalli, 8 bombole e altre attrezzature utilizzate per prelevare il prezioso mollusco dalla roccia. Otto le persone denunciate.
Secondo gli uomini della Guardia costiera, in 4 avrebbero effettuato una doppia immersione, probabilmente nella zona del Vervece nel Parco Marino di Punta Campanella, mentre una quinta persona era a bordo e le altre 3 in un’imbarcazione di appoggio. Il blitz √® scattato alle 5,30 di stamattina.
Resta alta quindi l’attenzione verso questi pirati dei fondali che da anni devastano le rocce per prelevare i datteri di mare, frutti prelibati ma proibiti perch√© per la loro raccolta vengono distrutti centinaia di metri di costa con conseguente desertificazione dei fondali. L’Area Marina Protetta di Punta Campanella esprime viva soddisfazione per la brillante operazione che segue quella del mese scorso e che aveva portato all’arresto di 4 datterari e auspica un sempre maggiore giro di vite nei confronti di questi criminali ambientali senza scrupoli.

L'arresto dei datterari nel blitz della Capitaneria di Porto